come non far annerire la frutta

Come non far annerire la frutta nella macedonia

Se vuoi scoprire come non far annerire la frutta nella macedonia, ecco una mini guida che ti spiegherà perché accade questo fenomeno e quali sono gli stratagemmi da seguire perchè ciò non accada. Soprattutto durante le stagioni più calde, quando sui banconi dei supermercati sono disponibili tantissimi tipi di frutta, preparare una fresca e colorata macedonia può rappresentare la soluzione migliore per rinfrescarsi un pò e magari fare anche il pieno di vitamine.

Purtroppo però la frutta fresca ha solo un piccolo difetto, essendo priva di conservanti, annerisce. Come si può fare allora per evitare che ciò accada e che venga conservato il naturale colore? Scopriamolo insieme.

Leggi anche:

Come non far annerire la frutta sulla torta

Come non far annerire la frutta sugli spiedini

Come non far annerire la frutta nella macedonia

Tra i rimedi domestici più utilizzati per non far annerire la frutta, ci sono gli antiossidanti. Un perfetto antiossidante contro l’imbrunimento della frutta lo troviamo negli agrumi e nel succo di ananas. Tra gli agrumi in primis troviamo il limone, che grazie all’acido citrico in esso contenuto riesce a far sì che freschezza e colore, rimangano inalterati per due giorni.

Oltre al limone, anche l’arancia rallenta l’imbrunimento. La differenza tra i due agrumi sta nel retrogusto che lasciano alla frutta, più acre nel caso del limone e più dolce con l’arancia. Questi antiossidanti vanno utilizzati immergendovi semplicemente i pezzi di frutta, va bene sia il succo spremuto, che quello diluito con acqua.

Altra alternativa al limone è il succo d’ananas. Per chi ha in casa un estrattore l’operazione è abbastanza semplice, per chi non lo ha basta semplicemente comprare l’ananas a fette nei barattoli ed utilizzare l’acqua di conservazione contenuta al suo interno. Infine, indipendentemente dall’utilizzo di limone o ananas, se la macedonia di frutta non deve essere servita subito, meglio riporla in frigo e coprire il contenitore con la pellicola trasparente, evitando che entri dell’ aria.

Frutta climaterica e non climaterica

Anche il tipo di frutta utilizzato per preparare la macedonia è importante, essa si divide in due grandi gruppi, la frutta climaterica, cioè la frutta che anche dopo essere stata raccolta continua la maturazione e quella non climaterica. Del primo gruppo fanno parte pere, mele, meloni, pesche, kiwi, banane e meloni della seconda mirtilli, una, agrumi e ciliege. Quindi il consiglio è quello di preferire la frutta in base al loro tipo di maturazione.

Anche conservare la frutta sottovuoto può essere un buon stratagemma per non farla annerire subito. Tuttavia consigliamo di preparare la macedonia poco prima di utilizzarla, quindi se vi serve per cena, meglio non prepararla la mattina presto. Il limone, così come il succo d’ananas non evitano l’annerimento della frutta, ma lo rallentano, questo è bene saperlo.

L’imbrunimento o annerimento della frutta è un fenomeno naturale e fisiologico, quando la frutta viene tagliata entra in contatto diretto con l’ossigeno, modificando le molecole polifenoliche dando vita ai pigmenti scuri, che noi comunemente chiamiamo annerimento. Per un’idea in più…mettete qualche fogliolina di menta nella vostra macedonia, conferirà un sapore davvero particolare alla composizione.

VOTA:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*