Come fare paella di pesce surgelata

Come fare la paella di pesce surgelata

La paella è un tipico piatto spagnolo. Esiste sia la versione di solo pesce, ma anche quella di sola carne o ancora la paella di pesce e carne insieme. Preparare un piatto di paella di pesce a casa propria è possibile e reso più semplice dalla presenza, in qualsiasi supermercato, di preparati surgelati che consentono di cucinare un piatto specialissimo in modo semplice, pratico e veloce.

Leggi anche: Migliore paella ad Ibiza: 8 ristoranti da provare

Paella di pesce: unico, completo e sano

La paella di pesce, preparata nella versione con o senza gusci (di mare o allo scoglio) è certamente un piatto ricco, unico, completo da un punto di vista nutrizionale e naturalmente sano.

Il suo nome, “paella”, deriva dalla pentola in cui lo si cucina, chiamata “paelliera”.

Il pesce alla base della sua preparazione arricchisce il piatto di riso con tutte le proteine nobili del pesce, fibre delle verdure, carboidrati gluten free del riso.

Non solo, le spezie come zafferano, paprika dolce, peperoncino e curcuma, apportano al piatto anche moltissime vitamine tra cui i carotenoidi, ma anche sali minerali e antiossidanti.

Paella di pesce: come si cucina

Come cucinarla?

Certamente la sua preparazione può definirsi “elaborata”, non tanto perché ci siano passaggi complicati, quanto piuttosto perché è necessario seguire la preparazione di ogni elemento in modo specifico: verdure, pesce e riso.

Verdure

Per quanto riguarda la verdura è necessario infatti procedere con il lavare e tagliare pomodori, peperoni, cipolle prima di rosolarli in padella, quindi lessare fagiolini e piselli.

Pesce

Il pesce (cozze, calamari, totani, seppie, altro pesce) va pulito, quindi preparato il brodo. Poi vanno cotte cozze e vongole per dischiudersi, fatti dorare i gamberetti e i gamberi e a parte calamari e seppie.

Riso

Cuocere il riso unendo il brodo di pesce precedentemente preparato. 5 minuti prima della fine della cottura, si possono unire i gamberetti tenuti a caldo, le cozze e l’altro pesce.

Completamento

In ultimo, è possibile unire le spezie e completare così il piatto.

Leggi anche: Idee cena spagnola in casa

Paella di pesce surgelata

Un’alternativa alla preparazione classica è quella surgelata. Se preparare la paella in modo tradizionale può diventare elaborato e richiedere parecchio tempo, i preparati surgelati possono diventare una soluzione appetibile.

Il pesce selezionato per la preparazione della paella surgelata è comunque di prima qualità, così come lo sono le verdure scelte e inserite nei preparati.

Queste soluzioni certamente semplificano moltissimo la preparazione casalinga del piatto per il quale è necessario seguire poche e semplici indicazioni presenti sulla confezione per portare in tavola un piatto unico, completo, colorato e saporito in modo semplice, pratico e veloce.

Sul mercato esistono numerosi produttori di preparati surgelati che consentono di realizzare davvero molte ricette sfiziose che azzerano i tempi di preparazione del piatto.

Marche

Tra le migliori marche vi sono Sapori di Mare che propone ben due varietà di paella di pesce surgelata: paella ai frutti di mare e la paella di mare delicata.

4 Salti in Padella Findus propone una gustosissima “paella ricca” di pesce freschissimo.

Buitoni invece propone una paella con frutti di mare freschi e verdure grigliate, un piatto pronto in 7 minuti e da abbinare a un secondo piatto leggero.

Anche megastore come Esselunga e Conad propongono prodotti con i propri marchi che hanno un certo successo, anche confrontati con le grandi marche. In particolare, la paella Saporita di Esselunga si differenzia dalle altre per un sapore ancora più intenso.

Come conservare il prodotto surgelato

Il prodotto acquistato al supermercato può essere comodamente conservato nel freezer, ove la temperatura è di -18°C fino alla scadenza.

Se il freezer raggiunge i -12°C la paella di pesce surgelata può essere conservata per 1 mese circa, mentre se il freezer la temperatura raggiunge i -6°C può essere mantenuto lì per circa 1 settimana.

Non è consigliata la conservazione in frigorifero, se non per un solo giorno, superato il quale la paella deve essere consumata.

Scongelamento 

Per molti prodotti surgelati non è necessario lo scongelamento, in questi casi la paella può essere cucinata direttamente.

Altri prodotti che necessitano questa operazione, devono essere lasciati fuori dal congelatore per il tempo adatto a scongelare.

Cottura 

Per quanto riguarda i prodotti che non vanno scongelati questi possono essere messi in padella congelati, unendoli a del cipollato fresco tagliato e dell’olio extravergine in una padella antiaderente.

Aggiungendo semplicemente un pizzico di sale, la paella va mescolata. Quindi, si può aggiungere del vino, lasciando evaporare. Basteranno pochi minuti e la paella sarà pronta!

Paella di pesce: le altre varianti

Molte marche di preparati surgelati offrono la possibilità di scegliere tra diverse proposte e varianti alla stessa ricetta, come avviene per la paella allo scoglio surgelata o la paella di mare delicata.

 

VOTA:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*