come far maturare il melograno

Come far maturare il melograno

Ricco di vitamine e antiossidanti, il melograno è un frutto d’oro per la salute dell’organismo.

Se si raccoglie o si acquista un frutto acerbo, è possibile far maturare il melograno?

Melograno: caratteristiche

Melograno-frutto-maturoFrutto autunnale, la cui maturazione raggiunge il culmine nei mesi di settembre, ottobre, novembre.

Il melograno si presenta con forma piuttosto tondeggiante, della grandezza di una mela, dalla buccia coriacea con all’interno semi dalla polpa succosa e leggermente aspra.

In questo momento le proprietà organolettiche e nutrizionali del melograno raggiungono il loro massimo livello.

Tuttavia, il melograno è un frutto non climaterico che non prosegue la maturazione una volta colto dalla pianta.

Se, dunque, fosse colto o acquistato ancora acerbo il melograno necessiterebbe dell’aiuto di un altro frutto climaterico (come mela, kiwi o banana) in grado di portarlo il più possibile vicino allo stato naturale di un frutto maturo.

Ricco di nutrimento, il melograno contiene ottime quantità di:

  • antiossidanti
  • vitamina C (circa il 20% del fabbisogno giornaliero dell’adulto)
  • vitamina K
  • vitamine del gruppo B
  • proteine
  • carboidrati
  • sali minerali (calcio, fosforo, ferro, magnesio, manganese, potassio, zinco)

Si tratta inoltre di un frutto ipocalorico.

Melograno: proprietà terapeutiche

Grazie ai suoi nutrimenti e alle sue proprietà il melograno è un frutto che fa molto bene alla salute.

Le sue proprietà terapeutiche sono:

  • protezione del cuore
  • azione anticoagulante del suo succo
  • riduce il colesterolo cattivo
  • efficace contro l’invecchiamento cutaneo
  • lassativo
  • di aiuto in caso di anemia (favorisce l’aumento dell’emoglobina)
  • previene l’Alzheimer
  • aiuta in caso di disturbi gastrici, nausea e parassiti intestinali
  • supporto contro l’acne e la pelle grassa

Melograno: quando è maturo?

Il melograno che cresce e matura sulla pianta andrà tenuto sotto-controllo sopratutto quando si avvicina il tempo della sua maturazione.

Affinché la maturazione sia completa è necessario verificare due aspetti del frutto:

  • colore
  • consistenza

Colore

Esistono differenti specie di melograno. Alcune hanno la buccia rossa, altri gialla, alcuni hanno la buccia striata di rosso su base gialla). Quando un melograno è maturo il suo colore raggiungerà quello caratteristico previsto dalla sua varietà.

Consistenza

I frutti del melograno non sono tutti grandi uguali. In genere la grandezza ufficiale è quella di una mela. Tuttavia, esistono melograni più piccoli maturi e più grandi altrettanto maturi. Ciò che importa però è la loro consistenza. I melograni maturi hanno chicchi solidi all’interno. Esternamente questa caratteristica si avverte prendendo in mano il frutto.

Melograno: se si rompe

Può accadere che quando il melograno raggiunge la sua maturazione, se non raccolto immediatamente, si spacchi.

Ciò può avvenire in caso la pianta abbia ricevuto troppa o troppo poca acqua.

Quando il frutto si spacca ancora sull’albero è bene raccoglierlo per evitare che marcisca o diventi cibo per uccelli e insetti.

La raccolta avviene recidendo, con taglio netto e pulito, il gambo del frutto con la cesoia.

Come far maturare il melograno

Una volta colto dalla pianta, il melograno non matura facilmente. Si tratta infatti di un frutto che non ha le caratteristiche idonee a consentire il proseguimento della maturazione dopo la raccolta.

Tuttavia, se avete raccolto o acquistato un melograno ancora indietro in termini di maturazione, è possibile conservarlo in casa e attendere che assuma il più possibile le caratteristiche del frutto maturo.

Ecco come fare.

Temperatura fresca

Il melograno non ama le alte temperature né l’umidità. Per questo va conservato in un luogo asciutto, non troppo umido, al buio. La temperatura ideale è di 5-6°C.

Cesto o cassetta

Se i melograni non ancora maturi sono diversi li si può conservare in un cesto o in una cassetta, soli o insieme a frutti come la banana, la mela o il kiwi. Se le temperature sono tiepide e c’è un po’ di sole, è possibile metterli al sole, ma non deve esserci umidità.

In caso contrario andrà bene tenerli in casa, in un luogo fresco e asciutto.

Il melograno avrà tempo di raggiungere un buon livello di maturazione, dato che il frutto (anche maturo) può essere conservato per circa 1 mese.

Gli ultimi melograni raccolti alla fine della stagione possono arrivare a Natale. Per molti portare il melograno in tavola a Natale è buon auspicio.

Leggi anche: Come far maturare le fragoleCome far maturare le mele – Come far maturare le noci – Come far maturare le prugne – Come far maturare le pesche – Come far maturare le bananeCome far maturare le sorbe – Come far maturare i limoni – Come far maturare i pomodori verdi – Come far maturare le albicocche – Come far maturare ananas

VOTA:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*