Vi presentiamo Suriso il Poke Shop tra sushi e ceviche

Vi presentiamo Suriso il Poke Shop tra sushi e ceviche

Vi presentiamo Suriso il Poke Shop  tra sushi e ceviche che Suriso ha aperto a Salerno, frutto del sodalizio lavorativo tra lo chef  Rodelio Aglibot e Giuseppe Tuosto, italiano, ma cresciuto a New York e chiamato dagli addetti ai lavori Jo Tuosto, il signore del sushi.

Ma procediamo con ordine. Cos’è un Poke Shop? “Poke” può essere pronunciato sia po-kee che po-Kay ed è uno dei piatti tipici hawaiani, una sorta di insalata di mare, con pesce crudo, frutta e altri ingredienti, che può essere servito sia come antipasto che come piatto unico. Nei negozi alimentari alle Hawaii si possono trovare poke freschissimi fatti al momento, una specie di street food veloce ma sano e nutriente. Fino a poco tempo fa il Poke era un piatto che si poteva mangiare solo alle Hawaii ma da qualche tempo sta diventando una vera e propria tendenza alimentare “must-have” anche in Europa.

Poke in hawaiano significa affettare, tagliare. Il piatto è di solito fatto con tonno, salmone crudo e vari frutti di mare come ingredienti principali, tagliati a cubetti. In pratica una sorta di incrocio tra sushi e ceviche. La ceciche è una preparazione tipica dei paesi latinoamericani, fatta di pesce crudo marinato con lime. Dalle barche dei pescatori dell’oceano Pacifico settentrionale , dove è nata questa usanza di mangiare pesce crudo condito con salsa di soia, olio di sesamo, limu/alghe, uova di pesce, wasabi, e cipolle Maui il passo per arrivare a Salerno per i due imprenditori è stato breve.

Ritorniamo quindi a Giuseppe Tuosto, classe 1963, nato a Durazzano, nella provincia di Benevento e cresciuto a New York. Dopo quasi quarant’anni vissuti nella Grande Mela, torna un giorno per caso in Italia, si innamora del lungomare di Salerno e decide di aprire un sushi restaurant “perché non ce ne erano all’altezza” e decide anche di restare. Inizia così una sorta di seconda vita tutta italiana. “A New York ci sono arrivato ragazzino, avevo 11 anni”. La sua è la classica storia da sogno americano. Emigrante del Sud Italia, fa fortuna tra i grattacieli americani, apre un ristorante italiano, ma è il sushi giapponese a dargli notorietà. Nel 2013 crea il brand Me Geisha per una ristorazione Japanese Fusion deluxe destinata ad un target alto. Il primo ristorante è a Salerno, aperto nel febbraio 2013. “Un’avventura. La burocrazia italiana fa diventare pazzi. Ci sono tasse per ogni cosa. Non capisco l’Iva e poi la Siae. Negli States è tutto più facile”.

Oggi Giuseppe Tuosto e lo chef Rodelio Aglibot propongono da Suriso dei poke serviti su un letto di riso o di spaghetti di soba o di insalata, accompagnati da qualche fetta di avocado, mango, verdure come i cetrioli o la cipolla rossa di Tropea, peperoni dolci e tanta fusion asiatica: tempura, togarashi, wakame, salsa unagi, yuzu, furakaki, ma anche salmone, tonno.

L’obiettivo di Suriso è offrire una cucina “healthy”, bella da vedere ma soprattutto buona e salutare con ingredienti selezionati e bilanciati nel gusto e nella composizione dei nutrienti.

Suriso. Via Torretta, 1. Salerno. Tel. +39 089.2580269

 

 

VOTA:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*