La Ratatouille è un piatto della tradizione francese, in particolare della città di Nizza. Si tratta di un contorno da accompagnare a carne o pesce o di un piatto unico (se mangiato in abbondanza).

Insieme alla ratatouille è servito, in genere, del riso bollito, patate o anche del pane.

La semplicità del piatto deriva dalla sua composizione praticamente di sole verdure, tagliate a cubetti o a rondelle che vengono stufate insieme, avendo cura di metterle in pentola secondo i tempi di cottura di ciascun ortaggio.

Un piatto francese, dunque, dal gusto intenso e saporito delle verdure stufate insieme, nutriente, gustoso e semplice anche nella preparazione. La sua ricetta, infatti, è semplice e veloce e tutti possono prepararla a casa propria per arricchire, ad esempio, una cena francese in casa.

Le calorie contenute in una porzione di Ratatouille sono circa 77, suddivise tra carboidrati, grassi e proteine, ecco perché si tratta di un piatto leggero, ottimo da gustare come contorno o primo piatto anche da chi vuole mantenersi in forma o segue un regime dietetico.

Non contenendo ingredienti di origine animale, inoltre, questo è un piatto vegetariano-vegano e privo di glutine, pertanto adatto anche a celiaci e intolleranti.

Questo piatto potrebbe definirsi “povero” perché composto appunto da sole verdure, in realtà la Ratatouille si può gustare ormai in moltissimi ristoranti francesi, della costa ma anche di Parigi, la città romantica e dall’arte culinaria raffinata per eccellenza.

Proprio a Parigi è ambientato anche il famoso cartone Ratatouille, ispirato proprio a questo succulento piatto.

La Ratatouille, una volta pronta può essere servita calda oppure fredda e può essere conservata in frigorifero per 3-4 giorni.

Inoltre è possibile aromatizzare questo contorno con delle erbe aromatiche a scelta.

La sua presentazione nel piatto e il suo intreccio di colori renderanno la Ratatouille un piatto molto attraente per gli ospiti di una cena francese.