La ricetta delle polpette vegane ai frutti di bosco prendono spunto dalla cucina tradizionale dei paesi del Nord Europa. Le polpette sono fatte con farina di glutine e di ceci, impreziosite da una salsa ai frutti rossi e senape leggermente piccante. Il cren o rafano grattugiato conferisce al piatto un gusto davvero particolare.

Forse non tutti sanno che i ceci erano conosciuti fin dalla notte dei tempi e che hanno dato il cognomen ad uno dei più illustri e conosciuti cittadini romani, Cicerone. Marcus Tullius Cicero alias Cicerone era così chiamato per un’escrescenza sul naso di un suo antenato, che ricordava molto la forma di un cece, in latino cicer. Il nome scientifico del cece è Cicer arietinum ed appartiene alla famiglia delle Fabaceae,, piante annuali che hanno steli che non superano mai gli 80 centimetri ma che hanno radici che possono arrivare fino ai due metri di profondità

I semi, contenuti nei baccelli, sono commestibili e sono appunto i ceci.

 Grazie all’alto contenuto proteico e alle proprietà energetiche sono sempre stati utilizzati nell’alimentazione delle varie tanto che oggi sono i legumi più diffusi dopo soia e fagioli. I paesi che producono la maggior parte di questo legume sono India, Pakistan ed Australia.

In Italia vengono coltivati soprattutto in Liguria, Toscana, Lazio ed Umbria.

Leggi anche: 10 ricette vegane con i ceci